Mr. Jack: L’intervista ad un artista di Benevento

Mr. Jack intervista

Cantante, musicista e vocal coach, Mr. Jack inizia a cantare e suonare con varie band all’età di 14 anni. A 19 anni fonda la rock band IRON HEART con i quali tutt’ora è in tour e con i quali ha registrato 2 album studio. Endorser ufficiale dei marchi “Jack Daniel’s Guitar” , “D’Orazio String” , “Essetipicks” , “Rock’n Picks”, collabora anche con la storica marca di microfonica “Shure”. Ha avviato da poco un progetto musicale di colonne sonore horror e ha iniziato una collaborazione con “Horror Music World” in America. Scopri qualcosa in più su Mr. Jack con quest’intervista e leggendo l’articolo su di lui!

-Raccontaci un po’ la tua storia e com’è nato il tuo progetto solista.
Innanzitutto ringrazio la redazione di Rock’s Temple per questa intervista \\m//, Beh sono sempre stato un appassionato di musica sin da bambino, ho iniziato ad ascoltare musica rock e metal all’età di 11 anni con Metallica, Iron Maiden, Doors, Black Sabbath ecc, i grandi classici insomma, ho sempre avuto la voglia e passione
di cantare e suonare e mi sa che questa passione durerà per parecchi anni ancora eheheheheh. Il mio progetto solista è nato così per caso a dire il vero, stato svagando in studio e uscì fuori una melodia in pieno stile Dark/Horror e mi piacque subito. La feci ascoltare ad alcuni artisti che amano e suonano il genere e mi proposero
l’idea di creare un vero e proprio album e ho seguito il loro consiglio dando il massimo con Synth e Tastiere. Sono sempre stato un musicista rock, ma dopo questo progetto mi sono reso conto che davvero la musica è infinita, a tal punto da dedicarmi ad un’altro genere completamente diverso da quello che ho sempre composto
e suonato ehehehe. Sono davvero felicissimo dei risultati del mio primo lavoro horror “Dark Possession”.

-Come mai la scelta del nome “Mr. Jack”?
Guarda, diciamo che è il classico soprannome che ti danno gli amici, sono sempre stato un appassionato della Jack Daniel’s e colleziono gadget, bottiglie e abbigliamento del marchio a tal punto da avere anche le chitarre dello stesso marchio, e quindi è rimasto il nome che è anche un po’ rock và eheheheheh (chiaramente amo anche sorseggiarlo eheheh).

-A 19 anni hai fondato la rock band “Iron Heart”, con la quale hai fatto da spalla a molti artisti nazionali e non
(Pino Scotto, Ian Paice, Joe Lynn Turner ecc): com’è lavorare con musicisti di questo calibro?
E’ sempre un’emozione diversa, comunque quando suoni, collabori o conosci solitamente persone di una certa importanza musicale le emozioni sono indescrivibili, la cosa più bella è che conoscendo determinati artisti di un certo livello scopri che poi è gente normalissima che ama la musica proprio come noi a tal punto da averne fatto una ragione di vita.
E’ sempre una nuova emozione e nuova esperienza poter conoscere o collaborare con artisti del genere \\m//

-C’è un live che hai fatto che ti è rimasto particolarmente a cuore? Se si, perché?
Beh, un live che più che restare impresso, mi viene ancora da ridere eheheheh. Era il 2012 e suonavamo con gli Iron Heart al BalomaBikers festival, stavamo promuovendo il nostro secondo album “Mr.Jack”, e volevamo iniziare con “Rock n roll” prima traccia dell’album che iniziava proprio con un rombo di motocicletta. Chiesi, quindi, gentilmente agli organizzatori, se per caso uno dei centinaia di motociclisti poteva venire sotto al palco a scaldare un po’ il pubblico appunto con un bel rombo, ma dimenticavo
che nei motoraduni , se inizia una moto poi si crea una catena di rombi hehehehehe, in poche parole aspettammo beh 15 minuti all’incirca per iniziare il concerto ehehehe

-Torniamo al tuo progetto solita: componi colonne sonore horror, come mai la scelta di questo genere particolare?
Chiaramente c’è una passione enorme per il genere Horror cinematografico sin da bambino. Ho preso molta ispirazione dai Goblin, Rob Zombie e altri grandi del genere sia musicale che cinematografico. Diciamo che più che colonne sonore, ho voluto creare un vero e proprio film/audio con pianti, urla, disperazione e tanto altro, così che chiunque ascolti l’album possa immaginarsi un vero e proprio scenario horror a tutti gli effetti.

-Hai iniziato a suonare con varie band all’età di 14 anni: quali sono, secondo te, le differenze nel panorama musicale italiano tra i primi anni ed oggi?
Oggi sicuramente non ha lo stesso seguito come nel passato purtroppo, si riescono a fare pochi live e i dischi spesso non hanno le aspettative che si avevano una volta. La musica è sempre di ottima qualità , ma a mio parere viene un po’ messa da parte e non è giusto anche nei confronti di musicisti che danno il massimo nel comporre musica.

-Quali sono i primi passi, secondo te, che un artista emergente dovrebbe fare per farsi conoscere?
Secondo me, girare il più possibile per farsi conoscere, però tenendo sempre la testa sul collo e i piedi per terra, perché più ti snobbi e più non vieni calcolato.
Seguire sempre ciò che si crede, tipo, se dicono che con quel genere di musica non farai nulla ecc ecc, bisogna sempre credere in ciò che si fa al 100%. Trovare gente giusta con cui suonare e che abbiano la stessa passione per la musica. Ma cosa più importante, credere sempre in se stessi e alla fine i risultati arriveranno sicuramente!

-Qualche novità in vista che magari vorresti condividere in anteprima con noi?
Guarda, al momento sto lavorando sul secondo album Horror/Dark e ci sto lavorando di brutto!!! Spero abbia gli stessi risultati di Dark Possession e che piaccia al pubblico.
Quindi vivo maggiormente in studio ultimamente ehehehehhehe.

-A te l’ultima parola…
Beh, come detto prima, davvero vi ringrazio per questa intervista e faccio i complimenti a tutto lo staff di Rock’s Temple \\m//. Mando un enorme saluto a tutti coloro che mi seguono e vi do appuntamento alla prossima, magari parleremo del prossimo lavoro horror eheheheheeh.
Rock on Friends \\m// \\m//.

Per saperne di più su Mr. Jack:

Grazie a te e per il tuo supporto Mr. Jack!

STAY ROCK! 😉

Related posts

Rispondi