The Summer of Dalek: Tapso II Live Horcynus Orca [20/08/2017]

The Summer Of Dalek: Tre serate all’insegna della musica!

Lo scorso 20 Agosto 2017 ha preso luogo la terza serata della rassegna musicale “The Summer Of Dalek“, tre concerti “di suoni strani e musica contorta” organizzati dalla Dalek Studio, studio di registrazione e sala prove molto conosciuta a Messina.
L’evento ha visto come protagonisti i Tapso II, band di Catania dal genere molto particolare.

Ecco la biografia:

I Tapso II sono un trio di Catania, Sicilia, Italia. Suonano un intense melody/math/rock/explosion basato su un drumming preciso e potente, circondato da inserti programmati di chitarra elettrica, violino, organo combo e voci effettate.
La loro musica è influenzata da compositori sperimentali contemporanei e rafforzata dalla vita inquietante in una città di luci accecanti, suoni forti e canti terrificanti.
Nell’estate del 2009, hanno pubblicato il loro primo disco, che è stato completamente auto-prodotto e auto-promosso. E’ stato registrato live e mixato da Sacha Tilotta (e il santo aiuto di Alfredo Musumeci) con “Dreams Factory Analog Studio” (Catania, Italia) presso la Green House a Modica (Italia), e masterizzato da Bob Weston al “Chicago Mastering Service” a Chicago, Illinois-USA.
Tra il 2010 e il 2013, suonano in Italia e in Europa (Francia, Germania, Slovenia, Croazia, Ungheria, Serbia, Bosnia, Montenegro), incontrando persone bellissime.
Alla fine del 2013, producono un EP in edizione limitata “Rough”, che contiene filmati precedentemente inediti ed alcune anticipazioni del nuovo album.
Nel 2014 rilasciano il loro secondo album “Close Distances”, prodotto da Riff Records e registrato di nuovo da Sacha Tilotta con il suo “Dreams Factory Analog Studio”.

 

///SULLA SERATA///

Il live è iniziato verso le 11.30 (a seguito dei film per l’Horcynus Festival organizzato dall’Horcynus Orca) ed è durato circa un’ora o poco più.
Il trio è composto da violino elettrico, chitarra e voce e batteria. Un trio davvero particolare ed originale il cui genere ha una grande varietà di influenze. Nonostante ci fossero molte famiglie con bambini anche piccoli, quest’ultimi hanno assistito in modo interessato al concerto che risultava a tratti ipnotico. Siamo rimasti particolarmente colpiti dalla presenza del violino che si integra nel contesto musicale ottimamente senza mettere in ombra gli altri strumenti, ma accompagnandoli in modo davvero piacevole. Ogni strumento ha la sua “scena” in cui diventa protagonista. In uno dei pezzi presentati, il violinista ha messo da parte il violino per fare spazio all’organo combo.

I Tapso sono:

Stefano Garaffa Botta – Chitarra e Voce
Giovanni Fiderio – Violino e Organo Combo
Giancarlo Mirabella – Batteria

 

Noi di Rock’s Temple abbiamo avuto il piacere di fare anche una breve intervista ai Tapso, ecco a voi!

1) Diamo il benvenuto ai Tapso. Qual è la storia di questo nome davvero particolare?
Giovanni: Il nome Tapso deriva da Thapsos, un sito pre greco che si trova tra Siracusa e Catania, in particolare,
tra il porto di Augusta e il porto di Priolo. Era un importante centro commerciale del Mediterraneo, centro di scambio col mondo intero dove veniva praticato anche l’artigianato. L’idea di questo contatto artistico genuino con il mondo circostante ci è piaciuta, e, da qui, la nascita del nome.

2) Come vi siete conosciuti? Come si è formata la band?
Giovanni: Mi sono trasferito a Catania per l’università e si è aperto davanti a me un mondo di cose molto esaltanti. Ho trovato un ambiente stimolante che mi ha permesso di conoscere molte persone. Inizialmente suonavo il violino più in direzione classica, poi ho conosciuto Stefano con cui ho suonato nei Jerica’s e successivamente Giancarlo che suonava già nei 100%… insomma, l’ambiente ci ha aiutati molto.

3) Siete 3 strumentisti: batteria, chitarra e violino. Che influenze musicali avete?
Giovanni: Ascoltiamo di tutto. Giancarlo ha un background più profondo del mio, pesca anche dal dark degli anni ’80 e dalla new wave, Stefano proviene da tante sperimentazioni, io dalla classica e dalla contemporanea… insomma, tante contaminazioni variegate nelle epoche e nei generi.

4) Quando è nato il gruppo? Quanti album avete prodotto finora?
Giancarlo: Abbiamo iniziato come Tapso nel 2005, nonostante già prima io avessi collaborazioni con Stefano e
successivamente con Giovanni per altri progetti, e da allora abbiamo prodotto due album e “mezzo”, mezzo perchè uno è un EP (“Rough”). Adesso siamo in procinto di fare il terzo album che contiamo di registrare a dicembre di quest’anno e magari in primavera…insomma l’idea è quella.

5) Un saluto speciale per i nostri lettori?
Stefano: Un grande saluto a Rock’s Temple. Continuiamo a fare questa sorta di informazione, un po’ differente da quella che ci tocca ascoltare giornalmente. L’importante è usare la musica come espressione di sè.

 

Abbiamo apprezzato molto il concerto e vi consigliamo fortemente di andare a sentirli in live!

Scoprite la loro performance in questo video che abbiamo realizzato —> QUI

QUI potrete trovare alcune foto della serata!

 

Concludiamo l’articolo con la locandina della rassegna musicale “The Summer of Dalek

 

 

-Restate sintonizzati per altri LIVE REPORT!

Related posts

Rispondi