Cold Insight “Further Nowhere”: il death metal accessibile a tutti | (Review: Ktulu)

Cold Insight Further Nowhere il death metal accessibile a tutti (Review Ktulu)

Il nome Cold Insight potrà non dirvi molto magari. Citare, però, “Sébastien Pierre“, ex tasterista degli Inborn Suffering, band death doom francese di ottimo livello, potrebbe aiutarvi a ricordare. (Piccolo OT: se non doveste conoscerli vi consiglio di recuperare le due release “Wordless Hope” (2006) e “Regression To Nothingless” (2012), delle quali dovrete accontentarvi visto il prematuro scioglimento della band). Numerosi sono i progetti nei quali, egli, ha preso parte durante la propria carriera, oltre ai già citati Inborn Suffering, è doveroso un appunto per la sua partecipazione negli: Enshine,…

Read More