Discordant Hemispheres: L’intervista alla band!

Discordant Hemispheres intervista alla band!

I Discordant Hemispheres sono una band Italiana alternative progressive metal formatasi a Roma nell’estate del 2016.

La band ci racconta di sé e dei loro primi due singoli in questa intervista che noi di Rock’s Temple abbiamo preparato!

-Scoprite la biografia e la line-up alla fine dell’intervista-


 

1. Diamo il benvenuto su Rock’s Temple ai Discordant Hemispheres! Raccontateci qualcosa di voi…

Ciao! Noi siamo i DH: Marco Patarca (voce), Andrea Manno (basso), Andrea Scarinci (chitarra) e Riccardo Cafini (key). Il batterista non sarà presente neanche oggi… ahahaha

 

2. Come mai la scelta di questo nome?

Il nome è scaturito dal fatto di essere quattro individui che provengono da altrettanti background musicali, quindi DISCORDANT. Per di più gli emisferi rappresentano le opposte direzioni, HEMISPHERES.

 

3. Come descrivereste, in poche parole, il vostro gruppo?

Siamo quattro amici che amano fare musica e condividere il tempo insieme.

 

4. Ci sono artisti che vi influenzano o vi hanno influenzato?

La musica intera ci influenza. Non c’è limite. Andiamo dal progressive anni ’70 fino ad arrivare al technical  death metal dei giorni nostri. Insomma le più grandi band del rock e del metal sono per noi fonte di ispirazione.

 

5. Cosa vorreste trasmettere con la vostra musica?

Le nostre capacità. Le nostre sensazioni.

 

6. Parlateci un po’ di “Inferno + Paradiso”.

Tutto nasce con Paradise. È il primo pezzo che abbiamo creato. Avevamo voglia di confrontarci con la velocità di esecuzione e delle sonorità tendenti al death metal. Senza però tralasciare la melodia. Hell nasce invece dalla necessità di spezzare il ritmo creato in precedenza con Paradise, così da liberarci di qualsiasi complemento musicale e concentrarci in toto su una singola linea melodica.

 

7. Parlateci adesso del vostro secondo singolo “Dicembre”. Cosa si cela dietro questo brano?

Dati i nostri background musicali discordanti tra loro, sentiamo il continuo bisogno di cambiare direzione nella nostra musica. Con Dicembre ci siamo spinti verso lidi Gothic/Industrial. Volevamo trasmettere disagio, angoscia e un senso di ignoto. Dietro questo pezzo c’è semplicemente l’uomo, ovvero chiunque ascolti il pezzo. Prestando attenzione, si può notare come il brano sia diviso in tre parti: nella prima parte c’è un protagonista che esprime rabbia, in mezzo disagio e angoscia prendono il sopravvento, ma è nell’ultima parte che si ha una soluzione. Il protagonista infatti alla fine svanisce e lascia spazio alla figura dell’ascoltatore che interpelliamo direttamente. Perché alla fine la soluzione a un qualsiasi problema è diversa per ogni individuo.

 

8. Chi cura i testi? E gli arrangiamenti? Come mai la scelta di alternare italiano e inglese?

I testi sono opera di Patarca, derivanti dal suo vissuto e dalle letture, consigliate anche da Manno. La musica viene concepita da Manno e poi lavorata insieme a Scarinci e Cafini. L’alternanza delle lingue è dovuta al fatto che siamo italiani e la nostra lingua ci piace, ma allo stesso tempo per entrare in un contesto internazionale è necessario usare anche l’inglese. Quindi ecco fatto: un dettaglio puramente Discordant.

 

9. Novità in programma?

Siamo e saremo in sala di registrazione fino a fine estate. Il 13 Aprile è uscito su YouTube (dal 16 Aprile disponibile su tutte le piattaforme streaming e i digital store) il nostro terzo singolo VITA, contenente la track Life Train, molto diversa dai nostri primi due singoli. Più avanti uscirà il quarto singoli. Poi abbiamo intenzione di registrare un pezzo abbastanza particolare, più per concetto che per stile. Vi terremo informati al riguardo.
Vi ricordiamo che ogni singolo avrà la propria copertina e il proprio batterista, due aspetti del nostro progetto
a cui teniamo.

 

10. Un saluto ai nostri lettori…

Se avete letto grazie per il tempo dedicatoci. Sappiate che qualsiasi commento sui nostri pezzi è ben accetto.
Per chi non avesse letto, pensateci voi a farci pubblicità!

 


 

Discordant Hemispheres: Biografia

Formati durante l’estate del 2016, per volontà di Andrea Manno (Basso) e Marco Patarca (Voce), per dar vita alle loro idee che, negli altri gruppi dove collaboravano, erano viste fuori luogo.

La musica che avevano in mente aveva uno spiccato stile progressive a cui volevano aggiungere la voce growl, tanta musicalità e sezioni di altri generi non sempre metal ma che comunque hanno sempre dato loro ispirazione.
Le tematiche trattate sono le più disparate, ma sempre attinenti e derivanti il loro background di vita e musica.
La particolarità dei testi risiede soprattutto nello stile di scrittura che alterna il classico inglese al tanto bistrattato italiano.

Nel corso dei primi mesi venne chiamato alla chitarra Andrea Scarinci, già al loro fianco in passato in altri gruppi, e ora pronto per la sua nuova sfida come solista imbracciando una 8 corde.
I primi brani erano già in cantiere e la formazione andava prendendo corpo.
Chiamarono altri chitarristi per la sezione ritmica, ma nessuno li soddisfaceva.
Alla fine optarono per prendere un tastierista e dopo poco tempo e qualche cacciata, trovarono Riccardo Cafini, ragazzo talentuoso di scuola pianistica classica e dedito anche all’uso di sintetizzatori elettronici.

Per quanto riguarda la sezione ritmica molti sono stati i batteristi provati, presi ed infine cacciati, per la poca dedizione e serietà al progetto.
Il tempo passava e non avevano ancora trovato un nome. Da tante idee ne scaturì Discordant Hemispheres.

Dopo più di un anno passato a comporre, il quartetto si è deciso ad entrare ugualmente in sala di incisione.
Quello che ne è scaturito è un progetto articolato nella produzione di singoli, ognuno con propria copertina, significato e direzione artistica. Alla batteria per ogni brano è stato scelto un turnista diverso, ognuno con il suo stile, così da poter arricchire i pezzi collaborando con professionisti del settore.

Ad oggi è già uscito il primo singolo intitolato “Inferno + Paradiso”, e il secondo singolo intitolato “Dicembre”, ciascuno contenente i brani che danno il titolo ad essi. In uscita su YouTube il 13 Aprile 2018 il terzo singolo “Vita” contenente la track Life Train disponibile su tutti i digital store e streaming platform dal 16 Aprile.

Per il futuro tutto è già stato pianificato e i singoli usciranno nei prossimi mesi per culminare nella pubblicazione dell’ultimo singolo, una chicca musicale unica e sorprendente.

 

Discordant Hemispheres: Line-Up

  • Andrea Manno // Bass
  • Marco Patarca // Vocals
  • Andrea Scarinci // Guitar
  • Riccardo Cafini // Keyboards

 

Discordant Hemispheres: Contatti

Related posts

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"