I Lennon Kelly presentano il nuovo album “MALANOTTE” // [Intervista]

LENNON KELLY

I Lennon Kelly sono una band nata nel 2011 a Cesena dalla passione condivisa dai 7 componenti della band per la musica folk.
Oggi i membri del gruppo hanno deciso di rispondere alle nostre domande presentandoci, inoltre, il loro nuovo album dal titolo “MALANOTTE”.

-Scoprite la biografia e la line up della band alla fine dell’intervista-


 

1. Diamo il benvenuto su Rock’s Temple ai Lennon Kelly. Ciao ragazzi raccontateci qualcosa di voi…

Ciao a tutti ragazzi, piacere di fare questa chiaccherata. Beh che dire, siamo una band che prima diventare tale era un gruppo di amici. Cresciuti assieme praticamente, con la passione per la musica e tanto amore verso la nostra terra. Diciamo che siamo una famiglia allargata unita dalla semplicità di essere romagnoli.

 

2. Quando e come nacquero i Lennon Kelly? E perché la scelta di questo nome?

I Kelly sono nati da un’ idea mia (Vasco Bartowski) e Circo (MIrco Turci, violino) durante la consueta vacanza nelle montagne Valdostane che facciamo ogni anno ad agosto. Si parla del 2010 tra una schitarrata e una sviolinata. Il sentore venne durante il mio primo viaggio a Dublino.
Avevo sempre suonato del punk rock e dopo anni di inattività la fusione delle due correnti (Irlandese e punk rock) sembrava un ottimo motivo di rinascita. Il popolo Irlandese assomiglia tremendamente a quello romagnolo e l’equazione è sorta quasi automatica. Trovare poi l’equilibrio è stato immediato visto che siamo composti da due fratelli, tre cugini e due amici storici Il nome è l’unione delle due casate più popolari e nobili irlandesi.

 

3. Lo scorso 2 febbraio è uscito il vostro nuovo album dal titolo “MALANOTTE”. Diteci qualcosa in
più sul vostro lavoro…

Malanotte è una raccolta di storie e personaggi, luoghi e stati d’animo. E’ divenuto quasi un concept album senza averlo programmato. Pirati, capitani di navi che affondano, spiriti romagnoli, folletti irlandesi e pensieri Tolkieniani. Ma anche denuncia sociale, prese di posizione, e omaggi al territorio e al nostro avamposto collinare (Sorrivoli, un castello, un’osteria e 100 anime che convivono fuori dal tempo). E’ una carta d’identità dell’inconscio e viviamo queste sensazioni giornalmente sulla pelle.

La fortuna di collaborazioni come quelle di Mino Savadori, amico e mentore, ex insegnante di storia e italiano, compagno di altri progetti musicali popolari a cui prendiamo costantemente parte. Tom Barbur e la sua cornamusa. Scozzese poliedrico, conosciuto per errore, anche se le coincidenze che hanno portato a questa amicizia le chiamerei prodigi. L’amicizia nata dopo un palco condiviso un anno fa al Vidia Club di Cesena, che ormai ci lega ai Punkreas e la presenza di Cippa in “Mio Fratello”.

LENNON KELLY – “MALANOTTE”

 

4. Siete soddisfatti del risultato finale?

Insomma molto soddisfatti del nostro lavoro, che prende ancor più colore con collaborazioni nate per il senso vero della parola…una comunione di intenti nata senza la ricerca di un fine secondario con personaggi incredibili.

 

5. Parliamo adesso di “Mazapégul”, il primo singolo estratto dal vostro nuovo disco. Quale significato si cela dietro al testo ed il videoclip del brano?

Ora si vive nel mondo della tecnologia, si sta spegnendo la fiamma delle leggende, delle tradizioni che hanno portato a delineare il carattere di popolazioni e generazioni. La romagna ne è colma, come l’Irlanda e il Mazapegul è la figura domestica che regna nei racconti di nonni e prozii. Un demone domestico che non sempre ha bisogno di essere combattuto perché se l’etica e la generosità vive la casa che lo ospita e la fanciulla di casa si comporta in maniera decorosa lui, il mazapegul, alleggerisce le dinamiche domestiche quotidiane.
Inoltre il ritorno al bosco, alla curiosità verso l’occulto che popola le nostre zone montane e collinare. Una sensibilizzazione soprattutto che speriamo venga assorbita dai più giovani, in modo da riuscire ad affrontare le proprie paura col piglio spirituale della terra che li ha messi al mondo.

 

6. Chi si occupa del testo e degli arrangiamenti?

I testi in prevalenza vengono da me e il Romn (chitarra, banjo, mandolino e voce), ma in Malanotte Circo (Violino) ha contribuito essendo molto bravo a ricercare e romanzare in modo adatto le vicende. Di solito si arriva con un giro di chitarra e una melodia della voce, con un testo in via di compimento..poi ci si lavora sopra in maniera totale,tutti assieme. Dipende sempre dalle intuizioni comunque. Non ci mettiamo schemi particolari, tutto molto a sentimento.

LENNON KELLY

 

7. Quali sono i vostri progetti per il futuro?

Sicuramente mantenere questo clima ed equilibrio tra di noi, continuare divertendosi e cercar di migliorare acquistando una nostra originalità. Del resto, come successo fino ad ora aspettiamo le cose succedano, siamo ben assistiti da persone competenti. senza troppa aspettative è sempre una conquista giornaliera.

 

8. Un ultimo saluto a tutto il pubblico di rock’s temple…

Agli amici di Rock’s Temple,  un abbraccio e buona musica, siamo convinti che la musica italiana abbia ancora tante cose da raccontare.

 

 

Lennon Kelly: BIOGRAFIA

Il progetto Lennon Kelly prende vita nel 2011 a Cesena, tra le verdi colline romagnole, e nasce dalla passione condivisa dai 7 componenti della band per la musica folk. Sette elementi dalle influenze musicali diverse tra loro che porteranno le melodie irlandesi a fondersi con il punk e con il rock, aggiungendo a jigs e reels sfumature elettriche e graffianti su testi in stile cantautorale, diretti e rabbiosi.

Nel 2012 pubblicano il primo Ep omonimo. Nel 2014 registrano una rivisitazione in chiave punk rock di Galway girl brano del celebre cantautore statunitense Steve Earle, che consentirà alla band di partecipare ad uno dei più importanti festival a livello nazionale ed europeo, il “Rock in Idro”, a fianco di gruppi come Pogues, Ska-P, Gogol Bordello, Pennywise, Millencolin e Snuff.

Poi, nel 2015 esce il primo disco ufficiale “Lunga vita al re” cui seguirà un lunghissimo tour di oltre due anni tra Italia, Svizzera e Germania. L’anno successivo, nel 2016, si sono esibiti ad Amburgo per la festa dei dieci anni di gemellaggio delle tifoserie di St. Pauli e Celtic Glasgow. Nell’estate del 2017 la band si esibisce al Bay Fest a Igea Marina e condivide il palco con Less Than Jake, Raw Power ed Undeclinable Ambuscade, ed alterna le ultime battute del “Lunga vita al re tour” con il lavoro in sala prove per la produzione del nuovo attesissimo album in uscita ad inizio 2018, anticipato dal singolo e dal videoclip del brano “Mazapégul”, presentato in anteprima sulle pagine di OndaRock e dal 18 dicembre 2017 su YouTube.

 


Lennon Kelly: LINE UP

  • Vasco BARTOWSKI Abbondanza: Voce, Chitarra Acustica
  • Costantino ROMAN Valentini: Voce, Chitarra, Banjo, Mandolino
  • Alessandro POBRE Valentini: Basso
  • Cristofer CISTI Graffieti: Chitarra, Banjo, Mandolino
  • Mirco CIRCO Turci: Violino, Tin Whistle
  • Enrico PERRY Ricci: Fisarmonica
  • Davide DAVINO Paci: Batteria.

 

 

Lennon Kelly: CONTATTI

 

Concludiamo questo spazio dedicato ai Lennon Kelly, con il loro videoclip ufficiale di

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related posts

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"