Nadiè: Intervista alla band!

In questo speciale articolo parleremo dei Nadiè, una band catanese nata nel 2005.
Scopriamo l’intervista, la biografia, i video e molto altro…

 

1. Diamo un caloroso benvenuto ai Nadiè qui su Rock’s Temple. Ciao ragazzi raccontateci qualcosa di voi…

“Siamo i classici cantinari, con gli ampli a palla.
Negli anni abbiamo ricamato una matrice psichedelica che si fonda alla fissazione per la cura dei testi. Siamo ossessionati dalla scarsa curiosità verso il mainstream, non ci capacitiamo di come riuscissimo a preferire una nicchia di ascolti attenti ai talent. Eppure lì si fa la musica o no? Di noi si parla poco, anche perché noi parliamo poco, preferiamo suonare.”

 

2. Come e quando nacquero i Nadiè?

“I Nadiè prendono forma nel 2005 in circostanze del tutto casuali, e neanche a dirlo, a marzo abbiamo spento la dodicesima candelina.”

 

3. “Prediligono una scrittura trasversale e sbilenca”: spiegateci meglio questa vostra descrizione…

“La scrittura per una band come i Nadiè è fondamentale. Crediamo nei testi veicolati, cerchiamo di imprimere un pensiero raccontato con metafore, ironia e poca retorica. Diretti, insomma, modus operandi che è diventato un marchio di fabbrica.”

 

4. Parliamo adesso del vostro nuovo album dall’interessante titolo “Acqua alta a Venezia”. Quanto tempo avete impiegato per la sua realizzazione? Siete soddisfatti del risultato finale?

“Per “Acqua alta a Venezia” abbiamo speso molti soldi e molto tempo e per una band non molto ricca sia l’uno che l’altro aspetto diventa fondamentale. Certamente siamo soddisfatti del risultato finale anche perché gli addetti ai lavori hanno apprezzato, al di là delle nostre più rosee aspettative.”

 

5. Potete spiegarci la vostra scelta in merito alla copertina ed il titolo dell’album?

“Volevamo una copertina che desse il senso del disco. Un essere meticcio, una confusione totale sulla personalità. Un essere bipolare, come gran parte di noi nel 2017. Ho reso l’idea?”

Nadiè

 

6. Parliamo adesso del singolo “La Bionda degli Abba”… Quale messaggio si cela dietro il testo?

“Ne La Bionda, vogliamo parlare di un amore finito, un inferno a gabbia che rinchiude il protagonista in una sorta di labirinto infinito, un’illusione che lo ucciderà. Ognuno di noi ha corso almeno una volta verso una bionda e se non lo ha ancora fatto, lo farà.”

 

7. Vorremmo sapere qualche dettaglio in più sul videoclip che accompagna il singolo “La Bionda degli Abba”…

“Il clip è stato girato dal nostro Renato Chiocca, un professionista di livello, con la partecipazione straordinaria del candidato al David di Donatello, Massimiliano Rossi, protagonista assoluto del clip già in Gomorra (la serie) e padre delle twins in “Indivisibili”, film che ha fatto incetta di premi a Venezia.
Il clip è maledetto e bello. Guardatelo, su fanpage abbiamo raggiunto quasi le 500 mila.”

 

8. Cosa volete trasmettere con la vostra musica?

“Il nostro pensiero. Come dicevo sopra, non scriviamo per gli altri. Non ci importa. Scriviamo per noi, totalmente liberi da qualsiasi paletto. Se qualche frase può risultare troppo diretta, meglio così. E’ diretta perché altri non lo sono stati. Per questo esistono i Nadiè.”

 

9. Quali sono i vostri progetti per il futuro?

“Scrivere un altro album, suonare in Italia (?) e ricevere il telegatto direttamente dalla mani di Virginio Scotti.”

 

10. Un ultimo saluto…

“L’ultimo saluto va alla vostra gloriosa Rock’s Temple, una realtà che ce ne fossero…E’ gente come voi che tiene ancora in piedi la baracca. Spero ancora a lungo.”

 

Grazie davvero ragazzi! Vi auguriamo tanta fortuna!

 

Nadiè: BIOGRAFIA

NadièI Nadiè si formano nel 2005 a Catania. Di chiara indole psichedelica, prediligono una scrittura trasversale e sbilenca. Testi in italiano e botta sul palco, fondano il genere alt-rock d’autore e si mantengono dalla parte di certe sonorità nineties.
Nel 2009 esce “Questo giorno il prossimo anno”, autoprodotto, incontrando il favore della critica specializzata. Il disco permette alla band il salto, incrociando diversi artisti di livello. Condividono il palco in solitaria con Afterhours, Tre allegri ragazzi morti, Max Gazzè, Verdena e molti altri.
Negli anni la band si aggiudica diversi festival nazionali e premi della critica e prende parte a diverse colonne sonore per il cinema.
Nel 2017 esce “Acqua alta a Venezia” per Terre Sommerse/La Chimera Dischi anticipato dal clip “La Bionda degli Abba” con l’attore candidato al David di Donatello, Massimiliano Rossie la regia di Renato Chiocca.

 

I Nadiè sono:
Giovanni Scuderi (chitarra, voce, testi, piano)
Alfio Musumeci (batteria)
Gianpiero Leone (basso)
Francesco Gueli (chitarra)

 

CONTATTI

Concludiamo questo spazio dedicato alla band con uno dei loro pezzi: “La bionda degli Abba”.
BUON ASCOLTO

 

Related posts

Rispondi